Linee guida per finali e semifinali: Il giudice di linea

Print Friendly, PDF & Email

Ecco alcune utili indicazioni, ricevute dalla Commissione Giudici di World Archery, per quanto riguarda le finali a tiri alternati.

Il Giudice di linea, evidentemente, ha un ruolo più visibile perché viene chiamato a introdurre gli arcieri sul campo di gara e a farli schierare sulla linea di tiro per la presentazione dello speaker ufficiale. È buona norma, in questo caso, rivolgere un gesto con la mano indicando l’arciere mentre viene annunciato il suo nome e fare un leggero inchino quando presentati.  Dopo aver invitato gli arcieri ad andare dietro la linea di attesa, il Giudice deve indicare chi inizia lo scontro. Per essere chiari e visibili il braccio deve stare parallelo al terreno con il palmo della mano rivolto a novanta gradi rispetto ad esso. Con il medesimo gesto, in direzione dei bersagli, si dà inizio al match e si prende immediatamente posizione.

 

 

 

Per gli scontri individuali, una posizione defilata a sinistra o a destra del campo, è la più indicata per venire incontro alle esigenze televisive, mentre per gli scontri a squadre la posizione centrale è quella più vantaggiosa per avere sotto controllo le eventuali infrazioni.

 

 

Per le squadre, voglio fornirvi due suggerimenti: il primo è di non stare mai immobili durante lo svolgimento dello scontro: facendo piccoli spostamenti seguendo l’azione degli arcieri si darà  una sensazione di coinvolgimento; il secondo è quello di tenere il cartellino giallo in una mano dietro la schiena e quello rosso, che non necessita di tempi rapidi di reazione, in una tasca, in modo di avere una mano libera per poter dare agli arcieri indicazioni in caso di problemi.

Al termine della sequenza si riprende posizione sulla linea di tiro; in questo caso un orientamento del corpo perpendicolare alla linea garantisce piena visibilità sia degli arcieri che delle operazioni di registrazione dei punteggi.

Di Fulvio Cantini – NL 1 luglio 2013