IL CONTROLLO DEL CAMPO NELLE GARE DI TIRO ALLA TARGA

Print Friendly, PDF & Email

Il campo dev’essere tracciato nel modo più uniforme possibile con bersagli e linea di tiro tutti posti alla medesima altezza. Rimisurate in modo accurato anche i campi fissi, in quanto in più di un’occasione mi è capitato di rilevare errori sulle distanze dovute allo spostamento non voluto dei picchetti di posizionamento dei bersagli. L’allineamento non corretto spesso induce nell’errore alcuni atleti con conseguenti reclami ed interruzioni mentre il non rispetto degli 80 cm causa grosse difficoltà nel posizionamento sulla linea di tiro in particolare per gli arcieri paralimpici. Anche la luce naturale nelle palestre dev’essere valutata accuratamente, perché non necessariamente al momento del controllo possono manifestarsi delle criticità, ma bisogna valutare il movimento del sole durante tutta la giornata di gara, approntando tutti i possibili rimedi. La condizione e consistenza dei battifreccia dev’essere tenuta in considerazione, in modo particolare quando si utilizzano quelli in paglia, in quanto devono essere valutate tutte le possibili opzioni in caso di frecce passanti, come la sostituzione integrale dello stesso o l’installazione di reti o gomme nella parte posteriore. Un preventivo e accurato controllo di un campo sia per quanto riguarda la sicurezza sia per l’allestimento, permette lo svolgimento della gara in modo fluido e nel pieno rispetto dei tempi, rendendo il nostro lavoro come giudici di gara piacevole e sereno.

 

Fulvio Cantini

dalla Newsletter di Maggio 2016